mercoledì 5 marzo 2008

No alle mafie!

Volevo evitare di criticare il P.D. e Veltroni sino al 14 Aprile, e ho ingoiato qualche rospo, ma ora mi sento nel dovere di non stare in silenzio di fronte alla candidatura di Crisafulli, ex democristiano vicinissimo a Provenzano e a Riina, tenuto conto che, invece, non sono stati inseriti in lista personalità come on. Lumia e Dalla Chiesa. Se avvessi voglia di fare un freddo elenco vi potrei dire che è stata indagata Maria Grazia Laganà, indagata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria per le contiguità con la ‘ndrangheta, vedova di Fortugno, è stato pure candidato Baffetto, come capolista in Puglia e in Campania 1, cioè D'Alema, prescritto per finanziamento illecito, nel 1985, da parte di Francesco Cavallari che è condannato per concorso esterno in associazione mafiosa e ora D'Alema è indagato per le indagini sulla scalata BNL. Se volessi fare un freddo elenco andrei avanti a spulciare tutte le liste di tutti i collegi, ma mi bastano questi nomi per dire con forza che non si può continuare con queste schizzofrenie: il programma che finalmente inquadra il fenomeno delle mafie come un fenomeno folkloristico e candidati che partecipavano alle riunioni di Cosa Nostra insieme a Riina e Provenzano. Con ciò questi fatti non ledono minimamente la mia convinta partecipazione al progetto politico del P.D. e non ci faccio caso perchè spero e credo in un futuro P.D. in cui questi fatti siano solo ricordi. Ma tutte le perplessità sulla classe politica di questa povera Italia mi rimangono, mi dispiace caro Weltroni ma il cambiamento dovrà attendere.

Due video:

In memoria di Paolo Borsellino e di tutti quelli che hanno lottato e lottano.

Liste pulite, mitico Travaglio ad Annozero.

Alberto Spatola