giovedì 13 dicembre 2012

Con le #PrimarieParlamentari il vostro parlamentare

Sembra che si facciano le primarie dei parlamentari, diciamolo piano perché c'è un piccoletto anziano milanese che imperversa nella politica dello stivale e un Partito Democratico non ancora preparato, dopo vent'anni, a ricevere le bordate del miliardiaro.
Ma non c'è cosa più stupida e ottusa dell'antiberlusconismo, per cui dopo due anni dal lancio dell'idea di fare le Primarie dei parlamentari ora, alla buon ora, si ragiona su come farle.
Noi, con Prossima Italia di Civati, abbiamo lavorato per tempo per delle regole chiare, che servissero a rispettare principi semplici; ci hanno ascoltato, ma solo in parte, le primarie si faranno, ma tra una fetta di pandoro e un bicchiere di spumante del nuovo anno, così almeno nelle intenzioni nazionali... Come si dice: son cose folli!
Si tratta di sfumature per carità, il principio è salvo e il precedente è di quelli pericolosi: la partecipazione è fondamento del centrosinistra e del PD e non si potrà tornare indietro, solo migliorare, i parlamentari non sono più affare di caminetti  fumosi a bordo campo, mentre il paese cambia e ci volta le spalle.
Da elettore a elettore, vi dico però che servono ancora due piccoli sforzi: informarsi sui candidati per poi partecipare a queste primarie, quindi occhi aperti e "createvi" il vostro parlamentare, con le #primarieparlamentari si può! E chi le vuole davvero, con regole semplici e chiare e col tempo per giudicare le proposte e gli impegni clicchi qui sotto e firmi.

Alberto Spatola, Buona partecipazione a tutti!